I 10 migliori modi da Semalt per fare in modo che Google ami il tuo sito

< br>

Sommario

  1. In che modo Google può amare il mio sito Web?
  2. Che cos'è il SEO?
  3. Come puoi fare in modo che Google ami il tuo sito?
  4. Parole finali
Fai in modo che Google ami il tuo sito è una frase comunemente usata per classificare un sito Web nella prima pagina dei risultati di ricerca di Google.

Un posizionamento più alto nelle SERP ( Pagine dei risultati dei motori di ricerca) aiuta i proprietari di siti Web in molti modi. Ad esempio, un blog di alto livello significa che guadagnerà popolarità e traffico e un sito Web di alto livello di qualsiasi attività commerciale diventerà famoso e attirerà più traffico e potenziali clienti.

In che modo Google può amare il mio sito Web?

Oggi non è solo una domanda, ma una delle maggiori preoccupazioni di ogni proprietario di sito Web/marketing digitale/webmaster o chiunque sia preoccupato di migliorare il grado di un sito.

Alla fine, la risposta a questa domanda sta nel termine SEO (Search Engine Optimization). Un sito perfettamente ottimizzato non solo è in cima all'elenco dei risultati di ricerca, ma aiuta anche a raggiungere i tuoi obiettivi.

Che cos'è il SEO?

Dopo aver realizzato che il SEO aiuta nel migliorare il grado di un sito Web, è evidente che vuoi saperne di più sul SEO.

SEO, ottimizzazione dei motori di ricerca, è il processo di creazione di diversi tipi di aggiustamenti a un sito Web in modo che risulti più elevato nella pagina dei risultati di ricerca di Google.

Quando il tuo sito Web è ottimizzato in base ai motori di ricerca, aiuta le persone a identificare la tua attività quando cercano prodotti, servizi e altre cose rilevanti per esso.

Supponi di gestire un negozio di alimenti biologici, Natural Grocers e desideri le persone a trovarlo quando Google "alimenti biologici vicino a me". Per questo, dovresti utilizzare diverse strategie SEO che aumentano il sito web della tua impresa verso il termine di ricerca "alimenti biologici vicino a me".
< img src="/webcontents/img/1-15941336900.jpg ">
Esistono più di 200 fattori di classificazione Google utilizza per valutare un sito Web. Per un individuo non è facile ottimizzare un sito Web considerando tutti i fattori. Questa complessità e la mancanza di conoscenze SEO hanno dato vita a soluzioni di ottimizzazione automatica dei siti Web.

How Can You Fai in modo che Google ami il tuo sito?

Di seguito sono riportate alcune delle migliori pratiche SEO che, se seguite, fanno sì che Google ami il tuo sito. Li capiamo uno per uno.

1. Attirare i tag del titolo

I tag del titolo consentono a Google di sapere cosa stai trattando e indirizzano più traffico verso il tuo sito web. Quando gli utenti cercano qualcosa su Google, preferiscono fare clic sui collegamenti che sembrano utili e attraenti.

Gli utenti vedono il tag del titolo come la prima cosa quando vengono a conoscenza del tuo sito nei risultati di ricerca. Assicurati che sia comprensibile per i tuoi visitatori e contenga parole chiave pertinenti.

2. Meta Descrizioni convincenti

Una meta descrizione è la seconda cosa che gli utenti vedono perché è il testo che vedi appena sotto il titolo di un sito Web nei risultati di ricerca. Meta descrizioni ben scritte danno agli utenti un'idea del contenuto di una pagina web e lasciano che decidano se visitare il sito o meno.

Assicurati che le meta descrizioni delle tue pagine web le descrivano accuratamente e contengano parole chiave pertinenti. Ci sono molti tutorial su Internet che possono guidarti a scrivere meta descrizioni perfette.

3. HTTPS, non HTTP

La differenza tra HTTP e HTTPS è di una singola lettera S (realizzare come sicuro o di sicurezza). Tuttavia, HTTPS è buono quando l'obiettivo è quello di classificare un sito Web nella prima pagina di Risultati di ricerca di Google.


Google identifica anche i siti Web HTTP come non sicuri e comporta una riduzione del traffico o/e un aumento della frequenza di rimbalzo . Quando i visitatori scoprono di accedere a un sito non sicuro, la maggior parte di loro preferisce non condividere i propri dettagli personali e finanziari su quel sito Web.

4. Responsive Design

Con l'avanzamento della tecnologia, molti dispositivi con diverse risoluzioni e dimensioni dello schermo fanno parte della vita. Poiché anche gli utenti di tali dispositivi sono aumentati, è diventato essenziale creare siti Web con un design reattivo.



Gli elementi di un sito Web di design reattivo si adattano per adattarsi a diverse risoluzioni di dispositivi diversi. Google ama anche i siti Web di design reattivo perché migliorano l'esperienza dell'utente.

Alcuni studi rivelano anche che i siti Web con design reattivo ottengono un vantaggio nei risultati di ricerca rispetto a quelli con un design fisso.

5. Velocità di caricamento della pagina Web

L'algoritmo di Google dà importanza alla velocità di caricamento di una pagina Web. Google premia quando la pagina web si carica più velocemente e le conferisce un posizionamento più elevato. È vero il contrario per le pagine che si caricano lentamente.





Anche la velocità di caricamento della pagina di un sito web influisce aziende perché ai visitatori impazienti non piace aspettare troppo a lungo per caricare una pagina web. Alcuni studi affermano che gli utenti attendono un massimo di 3-5 secondi. Se una pagina Web non viene caricata in questo momento, passa ad altre alternative.

6. Contenuti ricchi di parole chiave

Puoi definire una parola chiave come parola, insieme di parole o frase che le persone usano per cercare su un motore di ricerca. Il motore di ricerca visualizza i risultati in base alla parola chiave cercata.

L'algoritmo di Google posiziona prima il risultato più pertinente. In altre parole, la pagina web più pertinente alla parola chiave cercata verrà visualizzata per prima nei risultati della ricerca.

Google premia anche quando il testo di ancoraggio su un sito Web contiene parole chiave. Arresta il gioco d'ipotesi e dice ai visitatori dove potrebbero andare dopo aver fatto clic su quel link.

La maggior parte delle attività online ottiene potenziali clienti attraverso il traffico organico; quando le persone cercano qualcosa su Google e fanno clic su uno dei collegamenti dai risultati di ricerca. Pertanto, i contenuti con parole chiave SEO diventano una necessità per il successo di ogni proprietario di siti web.

7. Includi immagini e video

A Google piacciono le pagine Web con immagini, video e altri file. Quando i proprietari di siti Web includono immagini o video di buona qualità e pertinenti sulle loro pagine Web, Google li identifica come fondamentali per gli utenti.

Una cosa da tenere a mente è non copiare le immagini direttamente da Internet. Google ha ora iniziato a riconoscere le immagini duplicate e punisce il sito Web utilizzandole.

Immagini e video con un nome preciso aumentano il traffico. Molti utenti, alla ricerca di qualcosa su Google, preferiscono visitare la sezione immagini o video per ottenere risultati delle loro ricerche.

Nel caso di siti di e-commerce , nominare correttamente le immagini è una delle cose più importanti perché le immagini con un nome irrilevante possono offendere sia il potenziale che i clienti esistenti.

8. Immagini con testo alternativo

Nel punto precedente, hai appreso che Google ama le immagini e i video con nomi pertinenti. Oltre al nome, l'obiettivo dovrebbe essere quello di aggiungere il testo alternativo alle immagini.

Nel testo alternativo, alt sta per "alternativa". È fondamentale perché quando le immagini non vengono caricate, per qualsiasi motivo, i visitatori vengono a conoscenza di esse con l'aiuto del testo alternativo. A volte, le persone sono confuse tra 'alt text' e 'alt tag' perché non conoscono il differenza tra di loro.

Ogni persona che naviga in Internet o visita un sito Web non ha gli occhi perfetti. Alcune persone ipovedenti navigano anche su Internet con l'aiuto di uno screen reader. È anche uno degli scopi dietro l'aggiunta di testo alternativo alle immagini.

Potresti sapere che Google, invece di amare, punisce quando trova la prova della parola chiave ripieno su una pagina web. Il testo alternativo offre l'opportunità di aggiungere più parole chiave a una pagina Web senza sconvolgere Google.

9. Sitemap XML

Potresti aver sentito parlare di una sitemap, ma cos'è questa sitemap XML? È la versione codificata della Sitemap che consente ai crawler dei motori di ricerca di Google di identificare il contenuto di una pagina Web.

Esistono molti plug-in Sitemap per aiutare gli utenti di WordPress , mentre altri con un semplice sito HTML possono avvalersi dell'aiuto di siti Web che generano sitemap XML
< div> Dopo aver creato una Sitemap, è necessario registrarla con lo Strumento per i Webmaster di Google. In caso contrario, i crawler dei motori di ricerca non saranno in grado di fornire il riconoscimento desiderato al tuo sito.

10. Creazione di collegamenti

Puoi capire come creare un collegamento come ottenere riferimenti da altri. Quando altri siti Web (in particolare quelli di alta qualità) fanno riferimento a un sito specifico, Google comprende che il sito Web di riferimento contiene contenuti utili. Quindi, ottiene un rango più elevato nei risultati della ricerca.

Nel caso della costruzione di link, la qualità supera la quantità. Se il tuo sito Web ha centinaia di backlink da siti Web irrilevanti o poveri e il tuo concorrente ha solo pochi backlink da siti Web rinomati e pertinenti, Google posizionerà il sito del tuo concorrente in alto nei risultati di ricerca.